fbpx

Il valore della comunicazione offline

Nel mondo di oggi la comunicazione digitale (DEM, newsletter, campagne pay per click) riveste un ruolo dominante nei confronti della tradizionale comunicazione fisica. In un momento come questo, in cui tutto passa sul piano digital, piano che è quindi inesorabilmente congestionato, scegliere di “tornare” alla comunicazione offline, fisica,  rappresenta una grande opportunità per stupire.

CHE COSA SI INTENDE PER COMUNICAZIONE OFFLINE?

La comunicazione offline è la comunicazione strategica tradizionalmente intesa, ovvero un processo di costruzione e promozione della brand image o di product branding che avviene fuori dalla sfera del web. Si possono ricondurre a questa tipologia di comunicazione le forme classiche tipo:

  • Loghi
  • Biglietti da visita
  • Opuscoli di presentazione
  • Insegna commerciale
  • Arredamento degli spazi fruiti dai clienti
  • Packaging

Siamo sempre nell’ambito visivo, chiaramente, e tutto deve essere forte e d’impatto, ma gli elementi stampati riescono ad offrire qualcosa in più rispetto a quello che il digitale può fornire: un’esperienza tattile, che coinvolge quindi almeno un senso in più, ed è quindi per natura in grado di attirare maggiormente l’attenzione.

Preziosi prodotti stampati e di cartotecnica, o ancora veri e propri pacchi postali (come prevede la pratica del direct mailing package), possono rivelarsi validi per raggiungere i prospect e per instaurare e alimentare il dialogo con i contatti. Devono essere indirizzati a determinati gruppi di clienti (fidelizzati e Vip) di modo che il risultato giustifichi il costo.

comunicazione offline

Questi strumenti devono essere confezionati con cura e ideati per sorprendere. Possono contenere non solo brochure personalizzate o materiali informativi dedicati, ma anche oggetti quali supporti multimediali o più in generale un omaggio. Immaginiamo quanto può essere eversivo nell’era in cui potenzialmente tutta l’informazione passa attraverso lo schermo di uno smartphone, il semplice atto di ricevere e aprire un pacco ben confezionato, o magari la sorpresa di trovare nella cassetta della posta, tra le bollette, qualcosa di unico.

Materiali di comunicazione tradizionali vengono ancora regolarmente utilizzati per le fiere, ad esempio, con stampe su pannello che vengono utilizzate per gli stand, roll-up, opuscoli, ecc. La comunicazione offline, tra l’altro, raggiunge un pubblico – per carità, sempre più esiguo e in via di estinzione – che non ha accesso accesso, broadband o meno, a servizi internet. Per raggiungere i migliori risultati è bene, comunque, che comunicazione offline e online siano tra loro integrate, in modo tale da sfruttare potenzialità e specificità di ciascun linguaggio e parlare al più ampio bacino di utenti possibile.